x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

Artigianato artistico antico nell'area vacanze dell'Alta Pusteria

Artigianato artistico antico in Alta Pusteria

Artigianato artistico antico in Alta PusteriaAnche l'Alta Pusteria come tutto l'Alto Adige conserva ancora una tradizione di artigianato artistico molto varia. Qui gli artigiani intagliano, cuciono, ricamano e tessono oggetti che si possono poi comodamente comprare in tanti negozi.

Con un po' di fortuna poi, chi fa vacanza in Alta Pusteria può anche guardare questo o quell'artigiano mentre lavora, ad es. durante le feste tradizionali.

Arte di intagliare il legno

Tra le tradizioni artigianali secolari dell'Alto Adige c'è quella di intagliare vere e proprie opere d'arte nel legno, soprattutto statue di santi, statuine del presepe e maschere. Le botteghe e i negozi degli intagliatori, che si trovano soprattutto a Sesto, meritano senz'altro una visita e vi permetteranno di farvi un'idea di questa pratica artigianale ma anche artistica dell'Alto Adige. Gli albori dell'arte del legno intagliato risalgono agli inizi del 17° secolo, quando i contadini della Val Gardena iniziarono ad intagliare giocattoli per i loro figli durante i mesi invernali.

Pantofole fatte a mano

L'arte delle pantofole fatte a mano è un mestiere antichissimo, che però oggi padroneggiano solo in pochi. Per veder nascere un paio di pantofole servono circa un giorno di lavoro con feltro e filo e soprattutto movimenti sapienti delle mani, calma e pazienza. Anche se queste pantofole di feltro fatte con tanta cura e quasi con affetto sono molto richieste oggi come ieri, questo mestiere tradizionale minaccia di estinguersi per la mancanza di apprendisti. A San Candido però, in un'imponente casa vecchia di secoli, ha sede l'azienda artigiana tradizionale della famiglia Zacher, che produce cappelli di feltro per uomo e donna e pantofole di feltro calde e ideali per l'inverno. L'azienda è specializzata anche nella produzione di solette e suole per pantofole, che vengono commercializzate con il marchio “Haunold”, dal nome della montagna che domina San Candido.

Arte di tessere

La tessitura è tra i mestieri artigianali più antichi che l'uomo conosca. Già nel Neolitico si usano telai primitivi con cui si producevano i primi tessuti in lana, lino e rafia. In Tirolo la tessitura era una forma di artigianato domestico molto importante, diffusa ovunque e che faceva soprattutto da attività sussidiaria al lavoro agricolo. Mentre la lana veniva filata in casa, la tessitura dei fili ottenuti era spesso compito di artigiani ambulanti. Hermann Kühebacher di San Candido è l'unico tessitore dell'Alto Adige ad usare ancora oggi la tecnica tradizionale della tessitura a manico e a servirsi quasi solo ed esclusivamente di fibre naturali di lana e lino non trattate con prodotti chimici. Tutti i prodotti finiti sono eseguiti a mano, siano essi coperte di lana, teli o asciugamani da bagno, asciugamani da sauna, tovaglie, scialli, tende e anche tappeti.

Arte del ricamo con penna di pavone

Da secoli in Alta Pusteria le penne di coda di pavone, tagliate in strisce e usate come spillo, si usano per ricamare splendide decorazioni su portafogli, cinture, album di foto, portachiavi e altri oggetti in cuoio. Questi prodotti sono l'ideale per un regalo nelle occasioni più diverse. Georg Patzleiner, un maestro dell'arte del ricamo con penna di pavone, ha imparato il suo mestiere in Val Sarentino, la patria del ricamo su cuoio, e nel 1990 ha avviato a Braies la sua attività autonoma di ricamatore con penna di pavone. Insieme con i suoi fratelli, Patzleiner esegue anche motivi personalizzati secondo i desideri del cliente.

Altri suggerimenti che possono interessarvi:

Caseificio dimostrativo delle Tre Cime di Lavaredo
Caseificio dimostrativoAnche fare il formaggio è un'arte - visitate i caseifici ...
di più
Collezione di presepi Stabinger in Alta Pusteria
Collezione di presepiDa vedere non solo durante l'Avvento ...
di più
Settimane della tradizione contadina in Alta Pusteria
Tradizione contadinaUno sguardo fin dentro le tradizioni ...
di più